Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
consolato_laplata

Elezioni COMITES 2014 – Designazione Rappresentanti Associazioni Italiane e Presentazione Liste dei Candidati 

Data:

29/09/2014


Elezioni COMITES 2014 – Designazione Rappresentanti Associazioni Italiane e Presentazione Liste dei Candidati 

Le Associazioni Italiane di questa Circoscrizione consolare possono fornire entro il 21 ottobre 2014 a questo Consolato Generale un elenco dei propri rappresentanti al fine della loro inclusione nel comitato elettorale circoscrizionale per le prossime elezioni dei membri del COMITES di La Plata. Detti rappresentanti dovranno essere in possesso dei requisiti per essere elettori, essere residenti nella Circoscrizione consolare nonché essere designati dalle Associazioni nell’osservanza dei rispettivi statuti.

Con riferimento alla presentazione delle liste dei candidati si segnala che, ai sensi dell’art.15 della legge 286/2003 queste devono essere presentate  presso l’Ufficio Elettorale di questo Consolato Generale dal 20º al 30º giorno successivo all’indizione delle elezioni, ossia da giovedì 9 ottobre 2014 a domenica 19 ottobre 2014.



In relazione alla presentazione delle liste dei candidati, si riportano, qui di seguito, le principali disposizioni previste dal DPR 395/2003 e dalla Legge 286/2003 alle quali si rinvia per ogni ulteriore chiarimento.

1) Candidati – Art.5 Legge 286/2003 e Art. 6 DPR 395/2003
- Ai sensi dell'art. 5 della Legge, sono eleggibili i cittadini italiani residenti nella circoscrizione consolare e candidati in una delle liste presentate, purché iscritti nell'elenco aggiornato di cui all'art. 5 comma 1 della legge 459/2001 (o inseriti nell'elenco elettorale aggiunto, a seguito di accertamento presso il comune di origine, entro tempi utili ai fini della presentazione dei candidati) ed in possesso dei requisiti per essere candidati alle consultazioni elettorali amministrative.
- La candidatura è ammessa solo in una circoscrizione e per una sola lista.
- Ai sensi dell'art. 6 del DPR 395/2003, i candidati devono essere in possesso dei requisiti previsti dagli articoli 55, c.1 (Elettorato passivo), 60 (Ineleggibilità) e 61 (Ineleggibilità e incompatibilità alla carica di sindaco e presidente di provincia) del D.Lgs. 267/2000. L'articolo predetto contiene anche un riferimento agli articoli 58 e 59 del medesimo Decreto legislativo, che sono stati abrogati con il D.Lgs. 235/2012, che ha stabilito che, dalla data di entrata in vigore dello stesso, tutti i richiami ai detti articoli devono intendersi riferiti rispettivamente all'art. 10 (Incandidabilità alle elezioni provinciali, comunali e circoscrizionali) e all'art. 11 (Sospensione e decadenza di diritto degli amministratori locali in condizione di incandidabilità)del medesimo D.Lgs. 235/2012 (in allegato il testo dei citati riferimenti di legge).

2) Liste di Candidati - Art. 15 Legge 286/2003 e Art. 14 DPR 395/2003
- Le liste, ciascuna munita del proprio contrassegno, sono presentate da uno dei candidati o da un sottoscrittore, corredate della prescritta documentazione. Le dichiarazioni di presentazione delle liste dei candidati possono essere firmate in atti separati e recano, per ogni sottoscrittore, i dati anagrafici e la firma autenticata. Gli atti di raccolta delle firme riportano il contrassegno di lista, nonché tutti i nominativi dei candidati.
- Le liste, con riferimento alla circoscrizione consolare di LA PLATA, sono formate da un numero di candidati almeno pari al numero dei membri del Comitato da eleggere (ovvero 12) e comunque non superiore a 16.
- Per ogni candidato va indicato il cognome, il nome, il luogo e la data di nascita, il numero progressivo assegnato dal presentatore della lista.
- Unitamente alla lista dei candidati va presentata la seguente documentazione:
a)dichiarazione di accettazione della candidatura da parte di ciascun candidato, firmata e autenticata;
b)designazione di un rappresentante effettivo e di uno supplente per il Comitato Elettorale Circoscrizionale.
- Il Presidente dell'Ufficio elettorale rilascia ricevuta degli atti presentati, con l'indicazione del giorno e dell'ora di presentazione. Successivamente provvede a trasmetterli, insieme con il verbale delle operazioni di raccolta delle candidature, al Comitato Elettorale Circoscrizionale - appena questo è costituito - e comunica al Capo dell'Ufficio consolare le designazioni dei rappresentanti di lista.

3) Ineleggibilità ed Incandidabilità - Art. 7 DPR 395/2003
- L'articolo 7 del DPR 395/2003 stabilisce che il "Comitato giudica delle cause di ineleggibilità e di incompatibilità dei propri membri" sulla base dei criteri indicati nell'articolo 6 del Regolamento stesso. Qualora il COMITES giunga ad accertare l'esistenza di cause di ineleggibilità o condizioni di incompatibilità, il medesimo COMITES procede alla loro contestazione ai membri interessati. Pertanto, gli stessi Uffici diplomatico-consolari, come pure l'Ufficio elettorale e lo stesso Comitato Elettorale Circoscrizionale, NON hanno il compito di pronunciarsi su eventuali cause di asserita ineleggibilità o incompatibilità, spettando ogni decisione in merito esclusivamente al neo-eletto COMITES nel corso della sua prima seduta.

4) Sottoscrittori delle Liste ed Autentica delle Firme
- L'art. 15 - comma 3 della L. 286/2003 stabilisce che le liste sono sottoscritte da un numero di elettori non inferiore a 100 per le collettività composte da un numero di cittadini italiani fino a 50.000, e non inferiore a 200 per quelle composte da un numero di cittadini italiani superiore a 50.000. 
- Si rammenta che ai sensi dell'art. 1 della L. 286/2003, la consistenza numerica della collettività si ricava dall'Elenco aggiornato al 31/12/2013 dei residenti all'estero ex art. 5 Legge 459/2001 e non dagli schedari consolari.
- Gli elettori sottoscrittori delle liste devono risultare iscritti nell'elenco aggiornato sopra specificato, non possono essere candidati e non possono sottoscrivere più di una lista pena la nullità della sottoscrizione. Si precisa che, per la sottoscrizione delle candidature, non è richiesto il requisito dell'avvenuta opzione di cui al DL 109/2014.
- Per ogni sottoscrittore va indicato il cognome, il nome, il luogo e la data di nascita. La firma va autenticata a cura dell'Ufficio consolare di I categoria e l'autentica è gratuita (art. 34 del DPR 395/2003).
- I principali documenti utili all'identificazione del sottoscrittore sono il passaporto e la carta d’identità italiana validi. Si ritengono assimilabili ai predetti tutti i documenti muniti di fotografia del titolare e rilasciati, su supporto cartaceo, magnetico o informatico, da una pubblica amministrazione italiana o di altri Stati, che consentono l'identificazione personale del suo titolare. Se la firma viene autenticata a cura di notai o altri pubblici funzionari locali (in tal caso i relativi oneri di spesa sono a carico del richiedente), la firma di questi ultimi va legalizzata (se del caso, mediante Apostille ex Convenzione de L'Aja).
- Poiché ogni lista di candidati può essere sottoscritta in atti (fogli) separati, l'autentica di firma (amministrativa e non notarile, quindi da non iscrivere nel repertorio degli atti notarili) può essere unica e cumulativa per ogni atto di sottoscrizione della lista.
- Ognuno degli atti separati di raccolta delle firme deve riportare il contrassegno di lista e tutti i nominativi dei candidati.


ALLEGATI
Modello di dichiarazione di presentazione lista candidati
Modello dichiarazione di accettazione di candidatura

Ineleggibilità
DL18 agosto 2000, n. 267 (Art 55,60 e 61) e DL 31.12.2012 n° 235 (Art. 10 e 11)


199