Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
consolato_laplata

Rinnovo patente di guida

 

Rinnovo patente di guida

Il rinnovo della patente di guida italiana può essere richiesto ESCLUSIVAMENTE da cittadini italiani residenti nella circoscrizione Consolare di La Plata e regolarmente iscritti nello schedario Consolare.

La patente, per poter essere rinnovata in Consolato, non deve essere scaduta da oltre 3 anni.

Il rinnovo della patente negli uffici consolari consiste nella proroga della scadenza della medesima e non autorizza al titolare di questa proroga a guidare in Italia fintanto non avrà provveduto al rinnovo presso gli Uffici della Motorizzazione Civile.
L’interessato dovrà presentarsi munito del D.N.I. (passaporto e/o carta di identità italiana), patente di guida in originale più una fotocopia ed il certificato medico, rilasciato dal medico di riferimento di questo Consolato Generale (chiedere contatto presso questo Ufficio). Il certificato medico è a pagamento, a carico del richiedente ed il costo va corrisposto direttamente al medico.


Conversione della “Patente Di Guida” italiana in “Licencia De Conducir” argentina.

Coloro che trasferiscono la residenza dall’Italia in Argentina possono richiedere la conversione della patente di guida italiana in “Licencia de Conducir” argentina senza dover sostenere esami.
L’utente che volesse farlo, dovrà avere la residenza in Argentina dimostrabile mediante il possesso del D.N.I.

Al fine di ottenere l’attestazione contenente i dati della patente di cui è titolare, dovrà presentare, direttamente o per il tramite di un proprio delegato, l’apposita istanza presso gli Uffici della Motorizzazione Civile , corredata della documentazione attestante il versamento dell'imposta di bollo e dei diritti previsti da disposizioni di legge.
Tale certificato, per avere valore legale, deve essere “Apostillato” in Italia e dovrà essere tradotto in Argentina da un traduttore giurato.

Per eventuali altri requisiti l’interessato dovrà rivolgersi all’Ufficio locale autorizzato al rilascio delle patenti di guida argentine DIRECCION GENERAL DE CONTROL URBANO 


Richieste cancellazione dal P.R.A. (Pubblico Registro Automobilistico)

In caso di richiesta di cancellazione per definitiva esportazione all’estero l’interessato/avente titolo dovrà presentare all’Ufficio Consolare i seguenti documenti:

* Nota di presentazione della formalità e Certificato di Proprietà (come nota viene utilizzato il retro del Certificato). In assenza del Certificato di Proprietà dovrà utilizzarsi la nota NP3 C in doppio originale, scaricabile dal sito http://www.aci.it/i-servizi/guide-utili/guida-pratiche-auto/modulistica-pra.html

La nota deve essere compilata e sottoscritta dall’intestatario/avente titolo;

* fotocopia della carta di circolazione estera emessa dallo Stato dove il veicolo esportato è stato reimmatricolato o attestazione di avvenuto ritiro della carta di circolazione italiana a seguito di reimmatricolazione estera rilasciato dalle competenti Autorità. Se il veicolo è stato esportato in un Paese extra Unione Europea, occorre anche la traduzione dei suddetti documenti;

* carta di circolazione italiana in originale. I Paesi extra UE, in alcuni casi, possono restituire la carta di circolazione originale italiana. In tali casi si dovrà presentare la carta di circolazione in originale;

* certificato di Proprietà (CdP)/Foglio Complementare: se il CdP è stato ritirato dall’Autorità estera che ha reimmatricolato il veicolo, il titolare deve sottoscrivere una Dichiarazione sostitutiva di atto notorio in cui si dichiara che il CdP è stato ritirato dalle Autorità estere;

* Targhe: in caso di radiazione effettuata dopo la reimmatricolazione all’estero non è necessario restituire le targhe originarie italiane. Qualora il titolare presentasse le targhe italiane, perché le Autorità estere le hanno restituite alla parte in fase di reimmatricolazione, il Consolato provvede al ritiro ed alla distruzione inviando al PRA una dichiarazione di avvenuto ritiro e distruzione;

* Titolo di vendita: se la radiazione è presentata da un soggetto non intestatario al PRA dovrà essere allegato il titolo di vendita in originale;

* fotocopia del D.N.I./riconoscimento;

* copia della ricevuta del vaglia internazionale o del bonifico bancario.

Per gli importi e le coordinate bancarie si rinvia al sito ACI al seguente indirizzo:

http://www.aci.it/i-servizi/guide-utili/guida-pratiche-auto/esportazione.html

http://www.aci.it/i-servizi/guide-utili/guida-pratiche-auto/importare-un-veicolo.html

 

Dal 5 ottobre 2016 entreranno in vigore nuove formalità. News del 29.01.16 

http://www.conslaplata.esteri.it/consolato_laplata/it/la_comunicazione/dal-consolato/2016/01/nuove-formalita-di-radiazione-per.html

 

 

 


340