Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
consolato_laplata

Procure

 

Procure

Gli atti notarili possono essere rilasciati soltanto se tutte le parti che intervengono nel medesimo sono di cittadinanza italiana.


La procura è un atto con il quale
l’interessato (mandante) dà la facoltà ad un’altra persona (mandatario) di agire in propria vece ed in propria rappresentanza (es. vendere, acquistare, amministrare, fare donazione, accettare donazione, costituire o sciogliere società, ecc.).

Le procure si dividono in due categorie:

Procure generali: con questi atti il mandante affida al mandatario la gestione di tutti i suoi affari, sia presenti sia futuri. La procura generale è rilasciata a tempo indeterminato, ma è revocabile.
Per la procura generale dovrà presentarsi il mandante, il coniuge del medesimo (se coniugato) ed il mandatario.
I dati che dovranno essere forniti dal mandante, sono i seguenti:
cognome e nome; luogo e data di nascita; luogo di residenza (città, via, numero civico); codice fiscale italiano (può essere rilasciato da quest’Ufficio).
I dati che dovranno essere forniti dal mandatario, sono i seguenti: 
cognome e nome; luogo e data di nascita; luogo di residenza (città, via, numero civico); codice fiscale italiano (rilasciato da quest’Ufficio); oggetto dell’atto.

 

Procure speciali: con questi atti il mandante affida al mandatario la gestione di una parte dei suoi affari. La procura speciale cessa di avere efficacia nel momento in cui l’incarico particolare per il quale è stata rilasciata si conclude. Anche questa è revocabile.
I dati che dovranno essere forniti dal mandante, sono i seguenti:
cognome e nome; luogo e data di nascita; luogo di residenza (città, via, numero civico); codice fiscale italiano (può essere rilasciato da quest’Ufficio).
I dati che dovranno essere forniti dal mandatario, sono i seguenti:
cognome e nome; luogo e data di nascita; luogo di residenza (città, via, numero civico); codice fiscale italiano (rilasciato da quest’Ufficio); oggetto dell’atto.


La procura speciale, può riguardare molteplici atti. Questi dovranno essere specificati. I più comuni sono:

* Procura speciale alle liti: dovrà presentarsi il mandante ed il mandatario (poiché trattasi di un avvocato, fornire anche il domicilio dello Studio Legale) specificando generalità complete o estremi della persona o società contro cui agire, della causa in corso o che si intende promuovere.


* Procura speciale per acquisto o vendita beni immobili:
dovrà presentarsi il mandante ed il mandatario, descrizione dell'immobile (ubicazione-composizione) allegando una copia semplice della visura catastale.


* Procura speciale per acquisto o vendita autoveicoli/motocicli:
dovrà presentarsi il mandante ed il mandatario, descrizione del veicolo/motociclo (marca, modello, targa) allegando copia del certificato di proprietà della vettura.


* Procure speciali per pratiche di successione e/o atti di accettazione/rinuncia relativi a eredità: dovrà presentarsi il mandante ed il mandatario, descrizione del bene oggetto dell'eredità, le generalità complete del congiunto deceduto, compresi luogo e data di nascita e di decesso, ed ultimo domicilio in vita.


* Procura speciale per donazione/accettazione di donazione: dovrà presentarsi il mandante ed il mandatario, il beneficiario della donazione, la descrizione dettagliata dei beni oggetto della donazione, 2 testimoni cittadini italiani, muniti di D.N.I. argentino valido.

Precisamente per la molteplicità di atti che possono essere oggetto di una procura speciale si suggerisce di chiedere una bozza della medesima alla parte che dovrà gestire gli interessi del mandante in Italia.


I cittadini stranieri che desiderino rilasciare una procura, dovranno:

* Rivolgersi ad un Notaio locale, il quale si occuperà di legalizzarla presso il “Colegio de Escribanos” e munito dall’Appostille della Convenzione dell’Haya;
* Successivamente, a cura dell’interessato, dovrà essere tradotta in italiano da un traduttore pubblico;
* La traduzione dovrà infine essere convalidata dal Consolato (soggetta al pagamento di diritti consolari).

Per maggiori informazioni consultare la pagina del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione - Procure

Testamento

Il Testamento Pubblico è la dichiarazione orale di volontà del testatore resa al funzionario Consolare delegato alle funzioni notarili in presenza di due testimoni. La dichiarazione di volontà è ridotta in iscritto a cura dello stesso funzionario.
Il testatore, munito di un valido documento di riconoscimento, dovrà presentarsi presso l’Ufficio Consolare con due testimoni.

Nel Testamento Segreto invece le funzioni dell’Ufficio Notarile si limitano al ricevimento formale dell'atto sigillato (il cui contenuto, dunque, rimane segreto) ed al suo deposito nell'Ufficio.
Il testatore dovrà presentarsi presso l’Ufficio Consolare munito di un valido documento di riconoscimento.

Il Testamento olografo, infine, è interamente scritto di pugno dal testatore e può essere depositato in ogni luogo e presso chiunque.

Gli atti di ricevimento, revoca, deposito, ecc. di testamenti sono soggetti al pagamento dei diritti di cui alla Tariffa Consolare attualmente vigente.



310